Pagina InizialeHome Contatto E-mail


  •  Chios
  •  Lesbos
  •  Limnos
  •  Samos
  •  Samotracia
  •  Thassos

 


CHIOS

Chios si trova tra Lesbos e Samos, a pochi chilometri dalle coste turche. Quest'isola offre al visitatore una ricca vegetazione, belle spiagge di ghiaia e ciottoli e suggestivi contrasti come: paesini medioevali, villaggi pittoreschi, bei monasteri e imponenti montagne; la più alta delle quali culmina nel monte Pelineo (1297m).
Nella parte meridionale dell'isola viene coltivato il mastice (prodotto principale ed esclusivo dell'isola), infatti, nonostante questo albero esiste in altri luoghi del Mediterraneo, questa resina aromatizzata viene prodotta unicamente su quest'isola!

Chios, capoluogo (45.000 ab.) e porto principale dell'isola, si trova nella costa orientale, di fronte alle coste dell'Asia Minore.
Gran parte della città, nel 1881 fu devastata da un violento terremoto; tuttavia la chora (come la chiamano i locali) è riuscita a mantenere un certo fascino. La parte più interessante della città si trova a Nord del porto, all'interno del Kastro (castello). Qui si trova il vecchio quartiere turco e ovunque si può notare l'impronta che hanno lasciato gli ottomani. Nella città si trova poi la biblioteca Korais, ricca di oltre 140 000 volumi e di alcune edizioni delle opere di Omero (il quale, secondo la tradizione fu nato qui ad Chios), questa biblioteca è una delle più grandi della Grecia!
Nei dintorni meritano poi una vista il museo archeologico e il museo bizantino, allestito in una vecchia moschea.

A Sud del capoluogo, a 7 km di distanza si trova Karfas, principale località balneare dell'isola, con una bella spiaggia e diversi alberghi. A pochi chilometri da Karfas, si trova la pianura di Kambos; questa graziosa area, ora famosa per la piantagione di limoni, aranci e mandarini, un tempo fu residenza di ricchi mercanti genovesi e greci. Molte di queste belle dimore dai mattoni gialli alternati al rosso, purtroppo però sono state distrutte dal terremoto del 1881. Poco più a Sud si trova il bel monastero di Aghios Minas e a partire da questo monastero fino a tutta la parte meridionale dell’isola si trovano milioni di piante che secernano il famoso mastice. Questa resina bianca aromatizzata, è rinomata in tutto il mondo fin dai tempi antichi.
Meno famosi ma di una bellezza incomparabile sono i 20 paesini che si trovano nella "mastikochoria" (villaggi della resina mastice). Questi meravigliosi villaggi fortificati furono costruiti dai genovesi per difendere l’isola dai turchi e dai pirati. I due villaggi meglio conservati sono il paesino di Pirgi con i muri decorati di disegni geometrici grigi e bianchi e il borgo di Mesta, racchiuso da mura fortificate.

A 14 km a Ovest del capoluogo si trova il monastero di Nea Moni. Questo splendido monastero, dichiarato Patrimonio dell'Umanità, fu costruito nel luogo in cui tre pastori trovarono un'icona miracolosa della Vergine. All'intero si trovano meravigliosi affreschi e splendidi mosaici, la maggior parte dei quali sono considerati tra i più belli dell'arte bizantina.
Da Nea Moni, seguendo la strada verso Nord, si arriva al villaggio medioevale di Anavatos. Questo bel paesino tradizionale, arroccato su un’enorme roccia, è ora un villaggio abbandonato e l'unica cosa che resta sono le imponenti mura grigie delle case disabitate. La maggior parte degli abitanti furono uccisi nel massacro del 1822 mentre 400 abitanti preferirono invece buttarsi giù dai dirupi scoscesi e morire suicidi che finire nelle mani degli ottomani.
A pochi chilometri da Anavatos si trovano due belle spiagge: Kastella Beach e Lithi Beach.

A 40 km a Nord di Chios, si trova Volissos, principale località della parte settentrionale dell'isola e secondo la leggenda, luogo natale del celebre Omero. A soli 2 km si trova il grazioso porticciolo di Limnia, punto di partenza per le meravigliose spiagge dell'isola di Psarà. Nei dintorni del porticciolo si possono trovare diverse belle spiagge; le più belle sono quella di Aghia Martella e quella di Mangros beach.

A 6 km a Nord del capoluogo si trova la località balneare di Vrontados, con alcune camere in affitto, alberghi, taverne e una bella spiaggia organizzata. Fuori dal villaggio, si trova la cosiddetta "Daskalopetra"; la sedia di pietra dove secondo la tradizione locale Omero impartiva le sue lezioni. Seguendo sempre la strada verso Nord, a 26 km dal capoluogo, si raggiunge poi il bel paesino di Kardamyla e poco più avanti il grazioso villaggio di pescatori di Nagos con la sua bella spiaggia di sabbia e ghiaia.
 

  •  Argosaroniche
  •  Cicladi
  •  Creta
  •  Dodecaneso
  •  Isole del Mar Egeo
  •  Isole del Mar Ionio
  •  Sporadi