Pagina InizialeHome Contatto E-mail


  •  Chalki
  •  Kalimnos
  •  Karpathos
  •  Kastellorizo
  •  Kos
  •  Leros
  •  Lipsi
  •  Nissiros
  •  Patmos
  •  Rodi

 


NISSIROS

Nissiros fa parte del Dodecaneso e si trova tra Kos e Tilos, è un'isola vulcanica; le verdeggianti colline, il candore delle case bianche e le lunghe spiagge nere, si contrappongono con il paesaggio lunare del vulcano.
Nissiros a differenza della vicina Kos, è un' isola molto tranquilla e solo raramente viene presa in considerazione dagli itinerari turistici; la maggior parte dei turisti che arrivano a Nissiros sono turisti di passaggio che provengono dalla vicina Kos per un'escursione di un giorno. Nissiros ha una superficie di soli 41kmq, i centri abitati dell' isola sono Mandraki e Pali affacciati sul mare ed Emborios e Nikia abbarbicati sull' orlo del cratere del vulcano.

Costruito sotto un' imponente massa rocciosa di un castello medioevale, si trova Mandraki, capoluogo e porto principale dell' isola. Questa graziosa cittadina dalle caratteristiche case bianche ornate da variopinti balconi in legno e i lastricati vicoli stretti si estende sulla roccia fino ad arrivare sulla sommità del Kastro. I resti del Kastro racchiudono come una cinta muraria il famoso monastero della Panaghia Spiliani, la quale troneggia sulla pittoresca cittadina di Mandraki. All' interno del monastero si trovano diversi oggetti sacri.

2 Km a Est di Mandraki si trova il grande stabilimento termale (ormai abbandonato) di Loutra. Proseguendo poi la strada per ancora un paio di chilometri si arriva a Pali, un piccolo paesino di pescatori dove si trovano belle spiagge di sabbia vulcanica e soprattutto le migliori taverne di pesce dell' isola! A Est di Pali si trova la bella cala di Lies e poco più avanti (a circa 1km) si trova la bella spiaggia di Pahia Ammos (la migliore dell' isola), qui si trovano 300 metri di sabbia grigio-rosa lambita dalle limpide acque del Mar Egeo...davvero un bel posticino!

Emborios si trova a 8km a Sud Est di Mandraki, è un piccolo paesino dalle case di pietra e le viuzze strette. Questo borgo medioevale con il passare degli anni è diventato sempre più spopolato. Tuttora gran parte delle abitazioni sono vuote ed in rovina, le stradine sono deserte e a parte a qualche anziano del paese e a qualche asino, per il resto non è rimasto più niente.

Nikia si trova a 14 Km dal capoluogo ed è un bellissimo villaggio dalle case bianche e i vicoli lastricati. La piazza principale è ornata da un bellissimo mosaico pavimentale in sasso. Percorrendo le vie di questo grazioso paesino si possono godere magnifiche viste sul mare e sulla caldera.
Da Nikia alcuni segnali indicano un sentiero che in 45 min. scende fino al cratere del vulcano. Nella caldera si trovano cinque crateri; nel cratere principale (quello di Stefanos), è possibile scendere a piedi. In questo straordinario paesaggio lunare è possibile ammirare le pareti gialle ricche di cristalli di zolfo, il suolo molle e la terra che sprigiona ancora vapori caldi. Secondo la leggenda, i borbottii del vulcano sarebbero i gemiti di Polibete. Poseidone (dio dei mari) durante la guerra tra gli dei e i giganti, avrebbe ucciso il gigante Polibete scagliandoli contro un' enorme roccia strappata dall' isola di Kos; quest' enorme roccia cadde in mare formando così l' isola di Nissiros e quindi la tomba di Polibete.

 

  •  Argosaroniche
  •  Cicladi
  •  Creta
  •  Dodecaneso
  •  Isole del Mar Egeo
  •  Isole del Mar Ionio
  •  Sporadi