Pagina InizialeHome Contatto E-mail


  •  Amorgos
  •  Anafi
  •  Andros
  •  Antiparos
  •  Folegandros
  •  Ios
  •  Kea
  •  Kithnos
  •  Milos
  •  Mykonos
  •  Naxos
  •  Paros
  •  Piccole Cicladi
  •  Santorini
  •  Serifos
  •  Sifnos
  •  Sikinos
  •  Syros
  •  Tinos

 


MYKONOS

Mykonos si trova a Nord-Est dell'arcipelago delle Cicladi con Naxos a Sud, Syros ad Ovest e Tinos
a Nord.
Mykonos, mondana e trasgressiva, è probabilmente l'isola più famosa della Grecia e forse anche del Mediterraneo. Ogni hanno moltissimi turisti provenienti da tutta Europa, decidono di trascorrere qui le proprie vacanze. Nonostante tutto questo turismo, però, è riuscita a conservare in tutto il suo splendore, la caratteristica architettura cicladica.

La chora, che si trova dove c'è il porticciolo, è il tipico villaggio greco. Le casette sono cubiche e imbiancate a calce e le porte e le finestre, ricoperte di profumatissime buganville e ibiscus, sono colorate di rosso, verde e blu. Nella chora inoltre ci sono moltissime chiese ortodosse dalle cupole colorate (dicono che in tutta l'isola ce ne sono quasi quattrocento!). Le stradine, sono un intricato groviglio di viuzze strette, zeppe di negozi di souvenir, gioiellerie, botteghe dell'artigianato... un vero labirinto di vicoli e case costruite una accanto all'altra, dove orientarsi non è per niente facile!
Attaccato alla chora si trova il porticciolo di Mykonos... è uno dei più pittoreschi della grecia! Al porticciolo, dove si trovano le barchette tutte colorate, è possibile incontrare il pelicano Petros II, il quale non esiterà a farsi fotografare. Petros I è morto nel 1985 ed è stato per 29 anni la mascotte dell'isola. Oggi si trova imbalsamato nel museo folcloristico della città.
A Sud del porticciolo, si trova il porto principale dell'isola, dove ogni giorno attraccano diversi traghetti e navi da crociera.
A Nord invece, si trova la Panaghia Paropartiani, la chiesa più famosa dell'isola. Questa chiesa, è in realtà la fusione di cinque piccole cappelle (quattro situate al pianterreno e una situata al piano superiore), che amalgamate armoniosamente tra di loro formano cosi un unico candido complesso.
Dal Kastro si scende poi verso la piccola Venezia; il quartiere degli artisti con case dai balconi in legno e terrazze che si protendono sull'Egeo. In questo quartiere ci sono molti bei bar, pub e discoteche dove la vita notturna inizia al tramonto e termina all'alba.
Seguendo sempre il litorale si arriva infine alla collina dei mulini, i quali dominano tutta la città.

Mykonos, oltre al divertimento e alla frenetica vita notturna è famosa anche per le belle spiagge. Le più belle si trovano a Sud. Le prime che si incontrano sono quella di Ornos e quella di Aghios Ioannis, rinomata per la sua tranquillità. Più avanti si trova la spiaggia di Platis Yalos, alle cui spalle sorgono un'infinità d'alberghi e ristoranti. Se questa spiaggia non vi entusiasma molto, potete sempre ripiegare per la bella spiaggia bianca di Psarou o prendere un caicco per le spiagge più belle dell'isola (Paradise, Super Paradise ed Elia). Paradise è sicuramente la più movimentata, dove regnano le parole musica, trasgressione e divertimento! Super Paradise ed Elia invece sono un pó più tranquille, anche se (soprattutto in alta stagione), grazie alla spiaggia dorata e al mare cristallino, si riempiono piuttosto in fretta.


DELOS

Delos si trova in faccia a Mykonos ed è raggiungibile in 20 minuti di navigazione. Delos è uno dei siti archeologici più importanti della Grecia; l'isola sacra... il centro spirituale dell'Egeo! Fu qui, in questo arido isolotto di soli 5 km per 3km che, secondo la mitologia greca, Latona partorì Apollo (Dio della musica e della poesia) e Artemide (Dea della guerra e della caccia).
Questa piccola isola è oggi un museo all'aperto, perfettamente conservato e disabitato, dove regnano quiete e silenzio. Tra le rovine più importanti del sito ci sono: la terrazza dei leoni, Il lago sacro, Il santuario d'Apollo e il quartiere del teatro.
La terrazza dei leoni: si tratta di cinque leoni (in origine erano nove) del VII sec. a.C. scolpiti nel marmo. Furono messi qui per proteggere il lago sacro.
Il lago sacro: secondo la leggenda, fu qui che Latona diede alla luce Apollo e Artemide. Nel 1925, il lago è stato prosciugato per evitare i rischi di malaria.
Il santuario d'Apollo: si tratta di tre templi dedicati ad Apollo. Il tempio d'Apollo Delio e il tempio degli Ateniesi sono costruzioni in stile dorico del V sec. a.C. mentre il tempio di Poros è più antico e risale al VI secolo.
Il quartiere del teatro: era il luogo più ricco e popolato dell'isola; era la zona residenziale dove si trovavano lussuose abitazioni, decorate di splendidi mosaici.
La casa delle maschere è la più grande e conserva un mosaico del II sec. a.C. raffigurante Dionisio seduto su una pantera. Altri edifici importanti sono la casa dei delfini, la casa di Dionisio e la casa di Cleopatra.
In questo quartiere c'è pure un teatro del II sec. a.C.,il quale poteva accogliere fino 5000 spettatori.

 

  •  Argosaroniche
  •  Cicladi
  •  Creta
  •  Dodecaneso
  •  Isole del Mar Egeo
  •  Isole del Mar Ionio
  •  Sporadi