Pagina InizialeHome Contatto E-mail


ATENE


Acropoli e dintorni

L'Acropoli, patrimonio dell'Umanità dal 1987 è situata su una collina nel cuore della città e rappresenta uno dei centri di maggiore interesse storico, artistico, architettonico e culturale del mondo. Visitare l'Acropoli significa immergersi nel passato e andare indietro di 2500 anni. In questa immensa area archeologica oltre al famosissimo Partenone si trovano pure il teatro di Dionisio, L'Odeon di Erode Attico, l'Eretteo, i Propilei, la Porta di Beulé, il tempio di Atena Nike e il Museo dell'Acropoli. Porta di Beulé: L'entrata del sito è così chiamata in onore dell'archeologo francese che nel 1852 la riportò alla luce. Fiancheggiata da due torri costituì il primo ingresso all'acropoli.
Tempio di Athena Nike: per commemorare le vittorie degli ateniesi sui persiani verso la metà del V secolo a.C fu costruito dall'architetto Callicrate il tempio di Athena Nike o della Vittoria. I rilievi originali sono esposti nel museo dell'acropoli.
Propilei: Costruiti con il marmo del monte Pentelico e in pietra blu, costituiscono l'entrata monumentale dell'Acropoli, composta da un corpo centrale e da due ali asimmetriche avanzanti; ci si arriva per la via sacra e contenevano il dislivello finale della ripida rampa d'accesso all'Acropoli.
Eretteo: questo elegante tempietto famoso per la sua architettura ionica e dorica, fu dedicato ad Atena protettrice di Atene e a Poseidone dio del mare. Qui si trova la celebra loggetta della Cariatidi; 6 calchi di statue femminili (gli originali si trovano nel museo dell'acropoli).
Partenone: noto come l'opera architettonica della Grecia classica più famosa al mondo, fu consacrato alla Dea Atena protettrice della città. Edificato sotto Pericle nel V sec. a.C. dagli architetti Ictino e Callicrate e sotto la supervisione di Fidia, è sicuramente il più bel esempio di arte dorica della Grecia classica. Il tempio lungo 70 m. e largo 30 è circondato da 46 colonne doriche leggermente inclinate (8 per facciata e 17 per lato) mentre il basamento è leggermente bombato. La maggior parte degli ornamenti scultorei si trovano al Britisch Museum di Londra mentre un piccola parte si può ammirare al museo dell'acropoli.
Museo dell'acropoli: raccoglie una vasta gamma di reperti archeologici (sculture, fregi, frontoni, rilievi, etc.) provenienti dagli scavi del sito; imperdibili sono le quattro cariatidi dell'Eretteo e i gruppi del frontone dell'antico Tempio di Atena.
Teatro di Dionisio: situato sul versante sud-orientale dell'Acropoli fu costruito tra il VI e il V sec a.C. e venne realizzato per celebrare la Grande Festa Dionisiaca. Questo teatro ospitò spettacoli davvero molto apprezzati e che passarono alla storia e fu utilizzato dai più importanti tragediografi greci, Eschilo, Aristofane, Sofocle ed Euripide.
L'Odeon di Erode Attico: Erode Attico, nato in Grecia ma cittadino romano fece erigere nel 161 d. C. questo splendido anfiteatro in onore di sua moglie. Nei mesi estivi l'Odeon di Erode Attico ospita ogni anno il Festival di Atene. Qui lo spettatore seduto su sedili in marmo bianco ha la possibilità di ammirare meravigliosi concerti, balletti e antichi drammi greci.
Antica Agorà: Era il fulcro della vita civile e del governo, in questa zona si svolgevano le attività commerciali, religiose e culturali (Agorà in greco significa mercato); è qui che Socrate dopo avere esposto al popolo il suo pensiero filosofico venne accusato e in seguito condannato. Sul lato Est della Agorà si trova la Stoà di Attalo, fondata tra il 159 e il 138 a.C. e ricostruita tra il 1953 e il 1956; la Stoà era un insieme di negozi lussuosi ed era il luogo di ritrovo dei ricchi ateniesi; ora si trova un grazioso museo dove si conservano sculture e resti riportati alla luce dagli scavi. Sul lato Ovest dell'Agora si trova invece il tempio di Efesto o Theseion, dedicato al Dio Efesto (Dio del fuoco e del fabbro) fu costruito nel 449 a.c. ed è il tempio dorico meglio conservato di tutta la Grecia.


Altri siti archeologici ad Atene e dintorni

Cimitero del Ceramico: questo antico cimitero è stato luogo di sepoltura a partire dal XII secolo a.C fino all'epoca romana; qui nella via principale del cimitero chiamata il Viale delle Tombe si trovano sfarzose tombe dei personaggi più importanti della città. Il museo del ceramico raccoglie interessanti reperti della necropoli (urne in pietra, sculture, stele funerarie, oggetti in ceramica e in terracotta, anfore, etc...).
Agorà Romana e Torre dei Venti: Durante la dominazione romana, il fulcro delle attività amministrative ateniesi fu spostato dall'antica Agorà all'Agorà Romana. L'entrata all' Agorà avveniva attraverso il passaggio di una porta, la Porta di Athena. Poco più avanti si trova la singolare Torre dei venti, la quale riuniva in sé diverse funzioni: meridiana, indicatore dei venti e orologio idraulico. La torre molto ben conservata, è costruita in marmo bianco e ciascun lato presenta raffigurazioni in rilievo degli otto venti.
Tempio di Zeus Olimpio: L'Olimpion era un tempio monumentale dedicato a Zeus, venne realizzato a partire del VI sec. a. C. e per la sua costruzione impiegarono più di 700 anni. Era il tempio più grande della Grecia; aveva 104 colonne corinzie, le colonne erano alte 17 metri e avevano un diametro di 1,7 metri. Delle 104 colonne purtroppo però se ne sono salvate soltanto 15.
La Porta di Adriano: l'arco di Adriano, eretto in onore di Adriano nel 132 a.C. fu appositamente costruito per separare la città greca da quella romana. Di fronte all'arco si trovano le terme romane meglio conservate della città.
Capo Sounio (70 km a Sud di Atene): qui nella punta più meridionale dell'Attica si trova uno dei templi più suggestivi della Grecia. Costruito in posizione panoramica, a 60 m di altezza si trova il tempio di Poseidone, Dio del mare. Le 15 colonne doriche rimaste sono in marmo bianco e sono rastremate verso l'alto; grazie a questa tecnica, le colonne risultano particolarmente slanciate. Dal tempio, si hanno splendide vedute sul mare spesso agitato e sulle isole; assolutamente da non perdere è il tramonto che da qui è veramente unico!
Vravrona o Antica Brauron (35 km a Est di Atene): immersa tra verdeggianti colline si trova il santuario di Artemide Brauronia. I reperti archeologici esposti nel museo adiacente al sito testimoniano l'importanza che aveva il culto di Artemide, la Dea protettrice delle gestanti e degli animali. Da non perdere: il santuario di Artemide, il portico delle Orse, la piccola cappella bizantina di Agios Georgios e il museo archeologico.